Ricerca nella pagina:
 
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online

Pubblicazione periodica online

Direttore: Claudio Ciociola
ISSN 2280-9058
Periodicità: aggiornamento continuo
(le schede sono datate)

Anonimo

Imago mundi (Volgarizzamenti)

di Cristiano Lorenzi

Notizie generali

Volgarizzamento di:
Onorio di Regensburg, Imago mundi (latino)

Datazione: sec. XIII seconda metà
Lingua/Dialetto: veneto, toscano
Tipologia testuale: prosa
Genere: letteratura didattica e/o religiosa


Tradizione dell'opera  
Tradizione diretta: manoscritti (4)
1. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Magliabechiano, XXXVIII 127 = Fi BNC Magl. XXXVIII 127



Ms. non esaminato direttamente


2. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Palatino, 703 = Fi BNC Pal. 703

Datazione: sec. XIV


Ms. non esaminato direttamente


3. Modena, Biblioteca Estense, alfa Q 5 = Mo BE alfa Q 5

Datazione: sec. XIV


Ms. non esaminato direttamente


4. Paris (Francia), Bibliothèque Nationale de France, Latin, 7239 = Paris BNF Lat. 7239



Ms. non esaminato direttamente


Indice della scheda


Storia della tradizione

Dell'Imago mundi di Onorio d'Autun esistono in volgare italiano almeno quattro traduzioni, ciascuna tràdita da uno dei seguenti codici: Mo BE alfa Q 5, Fi, BNC Pal. 703, Fi BNC Magl. XXXVIII 127 e Paris BNF Lat. 7239 (Chiovaro 1977, p. 10 parla anche di una versione conservata in un codice della Biblioteca dei Redentoristi di Venezia, senza però fornire indicazioni più precise: non si trova in Quinto 2006). Due di esse, quelle vergate nei manoscritti Fi BNC Magl. XXXVIII 127 (in cui è attribuita ad Anselmo vescovo) e Paris BNF Lat. 7239, sono ad oggi inedite (per i due codd. cfr. rispettivamente Mostra di codici 1957, p. 108 e Finzi 1893-1894, XVII, p. 491).

La versione del ms. estense (del sec. XIV), che contiene anche il cosiddetto Lapidario veneto, è stata pubblicata da Finzi 1893-1894. Si tratta di una traduzione veneta, più precisamente trevigiana, pur con alcuni elementi friulani (sulla lingua del cod. cfr. Corti 1960, e per il nostro volgarizzamento pp. 117-118), nel complesso piuttosto fedele all'originale.

Assai meno letterale è invece la traduzione in volgare toscano contenuta nel cod. Fi BNC Pal. 703 (della prima metà del sec. XIV), edita da Chiovaro 1977: il traduttore italiano, infatti, rispetto al testo di Onorio opera numerosi tagli e introduce trattazioni desunte da altre fonti. In particolare, si hanno alcune interpolazioni provenienti dalle Etimolgie di Isidoro da Siviglia, altre derivanti da diverse fonti antiche o medievali, ed altre ancora attribuibili all'iniziativa dell'anonimo volgarizzatore (cfr. Chiovaro 1977, pp. 27 e ss.).

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Chiovaro 1977 = F. Chiovaro, L'Ymagine del mondo (Firenze, Bibl. naz. cod. Palat. 703), presentazione di G. Duby, Napoli, Loffredo, 1977.
(redazione toscana)

Finzi 1893-1894 =

V. Finzi, Di un inedito volgarizzamento dell'«Imago mundi» di Onorio d'Autun, in «Zeitschrift für Romanische Philologie», XVII (1893), pp. 490-543 e XVIII (1894), pp. 1-73.

(redazione veneta)

Altra bibliografia
Berényi 1934 = M. Berényi, Az «Imago mundi» Venetói átírásának nyelve, La lingua della redazione veneta dell'«Imago mundi», Budapest, 1934.
(studio linguistico; art. in ungherese)

Corti 1960 = M. Corti, La lingua del «Lapidario estense», in «Archivio glottologico italiano», XLV (1960), pp. 97-126.
(osservazioni linguistiche alle pp. 117-118)

Indice della scheda