Ricerca nella pagina:
 
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online

Pubblicazione periodica online

Direttore: Claudio Ciociola
ISSN 2280-9058
Periodicità: aggiornamento continuo
(le schede sono datate)

Valla, Lorenzo

(Roma, 1405 - Roma, 1457)

Antidotum primum

di Daniela Pietragalla

Notizie generali

Datazione: 1452
Lingua/Dialetto: latino
Tipologia testuale: prosa
Genere: invettiva


Tradizione dell'opera  
Tradizione diretta: manoscritti (12)
1. Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Chigi, I VII 250 = CV BAV Chigi I VII 250

Localizzazione: cc. 154r-192v

Il codice, che tramanda l'Antidotum primum alle cc. 154r-192v, contiene anche lettere di Leonardo Bruni e scriti vari di Pio II

Ms. non esaminato direttamente


2. Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Urbinate latino, 1177 = CV BAV Urb. lat. 1177

Datazione: 1460
Localizzazione: cc. 1r-104v

Il codice tramanda alle cc. 1r-104v l'Antidotum primum; il resto del manoscritto contiene l' Antidotum Secundum e l'Apologus in Pogium

Ms. non esaminato direttamente


3. Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, XC sup. 35 = Fi BML XC sup. 35

Localizzazione: cc. 1r-15v

Il codice miscellaneo contiene soltanto la parte iniziale dell'Antidotum primum

Ms. non esaminato direttamente


4. Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Ashburnham, 255 = Fi BML Ashb. 255

Localizzazione: cc. 131r-159r

Il codice, che tramanda incompleto l'Antidotum primum contiene anche testi di Asconio Pediano e Antonio Loschi e la Oratio I in L. Vallam di Poggio Bracciolini

Ms. non esaminato direttamente


5. Gotha (Germania), Forschungs-und Landesbibliothek, Memb., II 59 = Gotha FL Memb. II 59


Il codice, mutilo e lacunoso, contiene anche l'Apologus in Pogium e l'Antidotum Secundum

Ms. non esaminato direttamente


6. München (Germania), Bayerische Staatsbibliothek, Clm 413 = München BS Clm 413

Localizzazione: cc. 1r-110r

Il codice, che tramanda l'Antidotum primum contiene anche l'Apologus in Pogium e l'Antidotum Secundum e, alla fine, un documento giuridico mutilo.

Ms. non esaminato direttamente


7. New Haven (Stati Uniti D'America), Yale University Library, Beinecke Rare Book and Manuscript Library, Marston, 81 = New Haven YUBL Marston 81

Localizzazione: cc. 1r-95r

Il codice, che tramanda l'Antidotum primum contiene anche l'Antidotum Secundum, l'Apologus in Pogium e la Confutatio in Benedictum Morandum

Ms. non esaminato direttamente


8. Paris (Francia), Bibliothèque Nationale de France, Latin, 8691 = Paris BNF Lat. 8691

Localizzazione: cc. 1r-54v

Il codice è autografo e tramanda l'Antidotum primum; il resto del manoscritto contiene l'Apologus in Pogium e l'Antidotum Secundum

Ms. non esaminato direttamente


9. Paris (Francia), Bibliothèque Nationale de France, Latin, 8694 = Paris BNF Lat. 8694

Datazione: 1481

Il codice, che tamanda l'Antidotum primum alle cc. 226r-298v contiene anche Adnotationes in errores Antonii Raudensis, Antidotum in Facium, Apologus, Antidotum Secundum,

Ms. non esaminato direttamente


10. San Daniele del Friuli, Biblioteca Civica Guarneriana, 107 = San Daniele del Friuli BCG 107


Il codice, non numerato, contiene oltre all'Antidotum primum, anche scritti di Giorgio da Trebisonda, di Cicerone e di Ognibene da Lonigo

Ms. non esaminato direttamente


11. Valencia (Spagna), Biblioteca Capitular, 65 = Valencia BC 65


Il codice, mutilo e lacunoso - secondo Regoliosi 1981 databile agli anni '70 e con molta probabilità appartenuto al canonico don Matias Mercader - contiene anche: Elegantiae, Antidotum in Facium, Apologus, Secundum antidotum

Ms. non esaminato direttamente


12. Wien (Austria), Österreichische Nationalbibliothek, Latino, 3493 = Wien ÖN Lat. 3493

Localizzazione: cc. 1-122v

Il codice contiene anche l'Apologus e il Secundum antidotum e, alla fine, una lettera del cadinale Bessarione a Valla

Ms. non esaminato direttamente


Tradizione indiretta
Jacopo Bracciolini, Oratio I

Jacopo Bracciolini, Oratio V

Jacopo Bracciolini, Orationes

Lorenzo Valla, Antidotum in Facium

Lorenzo Valla, Antidotum Secundum

Indice della scheda


Storia della tradizione
Antidotum primum, uno scritto polemico in tre libri, si inserisce nell’ambito di un violento dissidio letterario con Poggio Bracciolini, costellato di scambi di invettive: all’Antidotum primum, composto in risposta di una Oratio I  di Poggio, Poggio a sua volta rispose con una serie di tre Orationes a cui Valla contrappose l’Apologus e l’Antidotum Secundum, mentre il rivale proseguiva l’attacco con l’Oratio V (gli scritti polemici di Poggio si leggono in Fubini 1964-1969).  La stesura dell’Antidotum primum risale al 1452 e l’opera, grazie alla risonanza che la polemica ebbe fra gli umanisti, ha avuto una notevole circolazione manoscritta ed è stato pubblicato da Wesseling 1978 in una edizione critica caratterizzata da alcuni limiti messi in evidenza da Regoliosi 1981. L’Antidotum primum è stato tramandato da dodici testimoni:  Paris BNF lat. 8691 [=A], CV BAV Urb. lat. 1177 [=U], Gotha FL Memb. II 59 [=G], Paris BNF lat. 8694 [=P], Valencia BC 65 [=V], München BS Clm 413 [=M], Wien ÖN Lat. 3493 [=W], New Haven YUBL Marston MS. 81 [=Y], CV BAV Chigi I VII 250 [=C], San Daniele del Friuli BC 107 [=D], Fi BML Ashb. 255 [=L] e Fi BML Plut. 90 sup. 35 [=F]. Di questi codici, Paris BNF lat. 8691, di proprietà del segretario di Ferrante d’Aragona, Antonello Petrucci, può, secondo Wesseling 1978, essere ritenuto senza dubbio, sulla base di un confronto con gli autografi valliani, di mano di Valla: «il testo reca i segni di una revisione radicale: la stragrande parte dei fogli presenta correzioni, rasure, cancellature, inversioni dell’ordine di parole ed è costellata di aggiunte marginali e interlineari (…)» (Wesseling 1978, p. 56). La stesura riveduta e rimaneggiata dell’autografo è, secondo l’editore, il testo finale, dal momento che sembra non esserci traccia di ulteriori redazioni: suggestiva ma non dimostrabile risulta poi l’ipotesi di identificare Paris BNF lat. 8691 con l’esemplare esaminato da Niccolò V e inviato subito dopo a Venezia alla cerchia degli umanisti di quella città. La presenza dell’autografo induce Wesseling a liquidare forse un po’ troppo frettolosamente l’analisi degli altri testimoni, come rileva Mariangela Regoliosi, editrice dell’Antidotum in Facium, la quale in Regoliosi 1981, p. CLXXII critica l’edizione di Wesseling per l’assenza di qualsiasi tentativo di ricostruire un albero dei manoscritti. L’editore, che pure dice di avvertire la necessità di una valutazione della tradizione manoscritta, afferma di aver effettuato un confronto degli altri codici e dell’edizione a stampa con l’autografo «su ampi brani all’inizio, alla metà e alla fine dei tre libri dell’Antidotum» (Wesseling 1978, p. 75), rilevando divergenze che rientrano nella categoria degli errori tipici dei copisti  - e che, in quanto tali, vengono eliminate dall’apparato critico come elementi di scarso interesse – e rari casi in cui un manoscritto offre una lezione migliore rispetto all’autografo: «si tratta sempre di correzioni, che si impongono da sé, di errori ovvii in cui era incorso l’autore» (Wesseling 1978, p. 75). Di conseguenza, a fondamento dell’edizione viene preso l’autografo, del quale è stato riprodotto esattamente il testo, salvo in caso di sviste evidenti: l’editore segnala di aver controllato la propria trascrizione sul testimone CV BAV Urb. lat. 1177, codice apaprtenuto all’amico di Valla Niccolò Perotti. Il testo è corredato da tre fasce di apparato che contengono rispettivamente le rubriche aggiunte dall’autore nei margini del manoscritto, le correzioni e le aggiunte dell’autore unitamente agli interventi dell’editore e, infine, le fonti delle citazioni. L’Antidotum primum ha avuto una notevole circolazione manoscritta ed è stato pubblicato per la prima volta a Siena nel 1490 con l’Apologus e l’Antidotum Secundum (testi insieme ai quali è spesso tramandato); più volte stampato nel corso del XVI secolo, dopo l’edizione del 1543 degli Opera Omnia non è stato più pubblicato fino al  1978, anno a cui risale l’edizione non del tutto soddisfacente di Ari Wesseling.

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Wesseling 1978 = Lorenzo Valla, Antidotum primum, a cura di Ari Wesseling, Assen-Amsterdam, an Gorcum, 1978

Altra bibliografia
Fubini 1964-1969 = Poggius Bracciolini, Opera omnia, a cura di Riccardo Fubini, Torino, Bottega d’Erasmo, 1964-1969

Regoliosi 1981 = Laurentii Valle Antidotum in Facium, a cura di M. Regoliosi, Padova, Antenore, 1981.

Indice della scheda