Ricerca nella pagina:
 
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online

Pubblicazione periodica online

Direttore: Claudio Ciociola
ISSN 2280-9058
Periodicità: aggiornamento continuo
(le schede sono datate)

Salutati, Coluccio

(Stignano in Valdinievole [Pistoia], 1331 - Firenze, 1406)

De laboribus Herculis

di Daniela Pietragalla

Notizie generali

Datazione: 1378/1406
Lingua/Dialetto: latino
Tipologia testuale: prosa
Genere: retorica


Tradizione dell'opera  
Tradizione diretta: manoscritti (5)
1. Cittą del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Urbinate latino, 201 = CV BAV Urb. lat. 201

Datazione: 1470/1480

Il codice, che contiene anche il De fato et fortuna  e il De seculo et religione di Coluccio, è stato esemplato da Francesco da Colle per il duca di Urbino

Ms. non esaminato direttamente


2. Cittą del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Urbinate latino, 694 = CV BAV Urb. lat. 694

Datazione: 1406


Ms. non esaminato direttamente


3. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Magliabechiano, VIII 1445 = Fi BNC Magl. VIII 1445

Datazione: sec. XV fine

Il codice contiene un trascurabile compendio dell'opera di Coluccio

Ms. non esaminato direttamente


4. London (Regno Unito), British Library, Cotton Caligula, A 16 = London BL Cotton Caligula A 16


Il codice contiene soltanto un frammento della prima edizione del De laboribus Herculis

Ms. non esaminato direttamente


5. Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana, Latino, XIII 68 (gią 3995) = Ve BNM Lat. XIII 68

Datazione: sec. XV inizio

Il codice attesta la prima edizione, in forma epistolare, del De laboribus Herculis

Ms. non esaminato direttamente


Indice della scheda


Storia della tradizione
Il De laboribus Herculis, trattato in quattro libri sul mito di Ercole e sui rapporti tra poesia classica e teologia, fu composto da Salutati in due tempi, dapprima steso in forma di epistola, poi sottoposto ad una radicale riscrittura rimasta tuttavia incompiuta. Secondo Ullman 1951, editore del De laboribus Herculis, il nucleo originario dell'opera va rintracciato in una epistola, redatta tra il 1378 e il 1383 e mai portata a termine, volta a fornire una interpretazione della tragedia di Seneca Hercules furens. Tra il 1383 e il 1391, Salutati rimise mano al materiale relativo al mito di Ercole e iniziò a scrivere un trattato in quattro libri la stesura dei quali fu interrotta dalla morte dell'autore. Della prima edizione del De laboribus Herculis, redatta in forma epistolare, sono testimoni il codice Ve BNM Lat. XIII 68, che contiene le epistole di Salutati - e che, come rileva Ullman, Novati 1891-1911 ha incomprensibilmente ignorato nella sua edizione dell'epistolario - e, soltanto per un frammento, il codice London BL Cotton Caligula A 16. La seconda edizione del De laboribus Herculis è tramandata invece da due manoscritti: CV BAV Urb. lat. 694 (=U) e CV BAV Urb. lat. 201 (=R). Su questi due codici si basa l'edizione critica di Ullman 1951: in particolare, l'editore segnala che, tra i due testimoni, il più corretto risulta senz'altro CV BAV Urb. lat. 694, da lui costantemente seguito, sebbene CV BAV Urb. lat. 201, che non è descriptus di CV BAV Urb. lat. 694, risulti tutt'altro che disprezzabile. In apparato l'editore ha registrato le varianti sostanziali di entrambi i codici attenendosi, per quanto concerne la grafia, più che alla veste dei manoscritti all'usus dell'autore quale può essere ricostruito dagli autografi. Nella prefazione Ullman segnala inoltre l'esistenza di un codice di scarsa importanza, databile alla fine del '400 (Fi BNC Magl. VIII 1445), che contiene un compendio dell'opera di Coluccio. Il De laboribus Herculis, tramandato nella sua veste definitiva di trattato soltanto da due manoscritti, è stato pubblicato soltanto in epoca moderna da Ullman 1951 che ha messo a punto una edizione critica del testo.

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Ullman 1951 = Coluccio Salutati, De laboribus Herculis, a cura di B. L. Ullman, Turici, Thesaurus mundi, 1951

Bibliografia filologica
Ciociola 2001 = La tradizione dei testi, coordinato da Claudio Ciociola, vol. X della StoLI (2001).
p. 451

Altra bibliografia
Novati 1891-1911 = Coluccio Salutati, Epistolario, a cura di Francesco Novati, Roma, Istituto Storico Italiano, 1891-1911

Indice della scheda