Ricerca nella pagina:
 
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online

Pubblicazione periodica online

Direttore: Claudio Ciociola
ISSN 2280-9058
Periodicità: aggiornamento continuo
(le schede sono datate)

Panuccio dal Bagno (Panuccio di Panculo di Pericciolo)

(Bagni di San Giuliano ?, 1230 ca. - ?, 1276 a.)

Rime*

di Elisabetta Rossi

Notizie generali

Datazione: sec. XIII
Tipologia testuale: poesia
Genere: lirica
Nota metrica: 12 canz., 4 stanza, 6 son.


Tradizione dell'opera  
Tradizione diretta: manoscritti (1)
1. Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Redi, 9 = Fi BML Redi 9

Datazione: sec. XIII/XIV


Ms. non esaminato direttamente


Indice della scheda


Storia della tradizione

Il corpus poetico di Panuccio dal Bagno ci è giunto attraverso due dei testimoni illustri della lirica siciliana e toscana delle origini. Il Fi BML Redi 9 [L], a cui attinsero i collaboratori della Raccolta Aragonese, datato entro l’ultimo decennio del XIII secolo sulla base di alcune canzoni di Guittone d'Arezzo, conserva 11 canzoni e 7 sonetti tutti in attestazione unica. e distribuiti nelle due sezioni corrispondenti, secondo il criterio adottato in tutto il canzoniere, convenzionalmente bipartito per genere metrico. I componimenti, così suddivisi, sono inseriti all’interno delle sezioni antologiche in chiusura delle due parti, e costituiscono due blocchi compatti con le canzoni alle cc. 88vb-94vb tra l’XI e il XII fascicolo, e i sonetti a c. 130r-v del XVII. I testi sono copiati da un’unica mano di provenienza pisana, La2, sulla cui identità Casamassima, che la distinse all’interno di una sezione fino al 1992 ritenuta concordemente unitaria, si mostrava prudente («la parte pisana, La, comprende due mani molto simili, per cui non è escluso che si tratti di uno stesso amanuense colto in due diversi momenti»: Avalle 1992, p. CLIX), mentre una conferma è ora fornita dall’esame approfondito di Zamponi 2001. L’origine pisana del canzoniere è comunque comprovata, oltre che dalla patina linguistica delle due mani fondamentali, dalla forte presenza, all’interno della raccolta, di rimatori pisani, tra i quali Panuccio occupa un posto di primo piano. Significativa appare in questo senso la presenza nel canzoniere del violento attacco politico che Panuccio rivolge ai reggenti di Pisa nella celebre canzone la La doloroza noia; il testo pone anche un problema di identificazione dell’autore, per cui, sulla scorta di riferimenti storici pur di incerta interpretazione, Melani 1996, rivalutando l’antica lettura di Gaspary 1887, riconosce il poeta nel Panuccio morto nel 1307, piuttosto che nel più anziano morto nel 1276, nonno del primo, col quale Zaccagnini 1917 e Cristiani 1955 prima, e più recentemente Tangheroni 1992, hanno identificato il rimatore.

Rimangono fuori dal repertorio tramandato da Fi BML Redi 9 tre sonetti e una canzone, traditi alle cc. 98v-99r dell’altro grande canzoniere antico, CV BAV Vat. lat. 3793 [V], non registrati nella tavola iniziale, e copiati da una mano successiva alla principale, la seconda per Petrucci 2001, che evidenzia sul piano linguistico una caratterizzazione pisana.

Risale al 1685 per mano del Redi la prima pubblicazione del sonetto doppio di forma eccezionale (Biadene 1889, p. 50), o piuttosto come osserva Contini 1960, vol. I, p. 313 una stanza di canzone, Lasso di far più verso (XXII), riproposto dal Crescimbeni 1731, p. 46. Al 1856-58 si rifà invece l’edizione della stanza di canzone Preg’a chi dorme c’oramai si svegli (XX) che Nannucci 1856-1858 giudicò essere l’unico componimento di paternità panucciana «scevro d’errori». Con Valeriani 1816 si ebbe la prima pubblicazione completa delle rime testimoniate da Fi BML Redi 9, nuovamente riprodotte nel 1900 da Casini 1900. Nei Lirici del primo secolo del 1846 fu proposta la paternità panucciana per due nuove canzoni, adespote in Fi BML Laur. Red. 9 e conservate alle cc. 97ra-98ra La gran sovrabbondanza e Lasso, taupino, in che punto crudele, pubblicate anonime successivamente in Gnaccarini 1909, pp. 285 e 303. Ma a dare il contributo più significativo furono certamente Zaccagnini-Parducci 1915 che, curando un’edizione sui poeti pisani e pistoiesi delle origini, pubblicarono l’intero corpus poetico di Panuccio, riesaminato successivamente da Contini 1960, vol. I, che ne estrasse alcuni “campioni” per la propria antologia, e da Musa 1965. Dopo l’intervento di Cerchi 1975, che ha reinterpretato il sonetto Amor s’à al meo voler miso di sovra (II) con il proposito di sciogliere il senso di questo «indovinello», oggi l’edizione di riferimento rimane Brambilla Ageno 1977, che rispettando la provenienza pisana di Fi BML Redi 9 per la fisionomia linguistica di un rimatore appunto pisano adotta un’atteggiamento conservativo, mantenendo a testo gli elementi formali distintivi del pisano, come l’alternanza s~z rispettivamente per la s sorda e la s sonora.

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Brambilla Ageno 1977 = Le rime di Panuccio del Bagno, a cura di F. Brambilla Ageno, Firenze, Accademia della Crusca, 1977 (Quaderni degli « Studi di Filologia italiana » pubblicati dall’Accademia della Crusca, 4 )

Edizioni significative
Contini 1960 = Poeti del Duecento, 2 voll., Milano-Napoli, Ricciardi Editore, 1960, vol 2° p. 365
VIII, XI, XIII b, XXII

Valeriani 1816 = Poeti del primo secolo,  [a cura di Lodovico Valeriani], Firenze, [presso l'Accademia della Crusca], 1816, vol. I, pp.312, 13

Altre edizioni
Casini 1900 = Il Canzoniere Laurenziano Rediano 9, pubblicato per cura di T. Casini, Bologna, Romagnoli Dall’Acqua, 1900 (Collezione di opere inedite o rare), pp. 130-132, 151-172, 306-310, 313 (V-XXII)
pp. 130-132, 151-172, 306-310, 313 (V-XXII)

Cerchi 1975 = P. Cerchi, Interpretazione di un sonetto di Panuccio del Bagno, in «Studi e problemi di critica testuale» ,10 (Aprile 1975)
pp. 5-10 (II)

Crescimbeni 1731 = L'istoria della volgar poesia scritta da Giovan Mario Crescimbeni, seguita dai Commentarii, III impressione, Venezia, Baseggio, 1731

Musa 1965 = M. Musa, The poetry of Panuccio del Bagno, Bloomington, Indiana University Press, 1965 (I-XXII)
I-XXII

Nannucci 1856-1858 = V. Nannucci, Manuale della letteratura del primo secolo della lingua italiana. Seconda edizione, 2 voll., Firenze, Barbèra, 1856-1858, I, pp. 201-202 (XX)

Bibliografia filologica
Avalle 1992 = Concordanze della lingua poetica italiana delle origini (CLPIO), vol. I, a cura di D’A. S. Avalle e con il concorso dell’Accademia della Crusca, Milano-Napoli, Ricciardi, 1992 (Documenti di filologia, 25)

Tangheroni 1992 = M. Tangheroni, Nobiltà e popolo nella Pisa del Duecento. Per una rilettura della canzone politica di Panuccio del Bagno, in « Rivista di Letteratura Italiana», 10, 1992, pp. 9-24

Altra bibliografia
Biadene 1889 = Leandro Biadene, Morfologia del sonetto nei secoli XIII e XIV, in «Studi di filologia romanza», vol IV (1888), fasc. 10°, ristampa anastatica Firenze, Casa editrice Le Lettere, 1977 (da cui si cita)

Cristiani 1955 = E. Cristiani, I dati biografici ed i riferimenti politici dei rimatori pisani del Dugento, in «Studi Mediolatini e Volgari», 3, 1955, pp. 7-26

Gaspary 1887 = A. Gaspary, Storia della letteratura italiana, Torino, 1887, p. 75 [nuova edizione riveduta con prefazione e note aggiuntive, Torino, 1914, pp. 83-84]

Gnaccarini 1909 = Indice delle antiche rime volgari a stampa che fanno parte della Biblioteca Carducci, a cura di G. Gnaccarini, Bologna, Romagnoli Dall’acqua, 1909

Melani 1996 = S. Melani, Nota sulla biografia del rimatore Panuccio del Bagno, in «Bollettino storico pisano», LXV (1996), pp. 195-201

Petrucci 2001 = Armando Petrucci, Le mani e le scritture del canzoniere Vaticano, in I canzonieri della lirica italiana delle Origini, a cura di L. Leonardi, vol. IV. Saggi critici, Firenze, Sismel-Edizioni del Galluzzo, 2001, pp. 25-41

Zaccagnini 1917 = G. Zaccagnini, Notizie intorno ai rimatori pisani del secolo XIII, in «Giornale Storico della Letteratura italiana», 69, fasc. 205, 1917, pp. 1-34

Zaccagnini-Parducci 1915 = Rimatori siculo-toscani del Dugento. I. Rimatori pistoiesi lucchesi pisani a cura di G. Zaccagnini e A. Parducci, Bari, Laterza, 1915

Zamponi 2001 = Stefano Zamponi, Il canzoniere Laurenziano: il codice, le mani, i tempi di confezione, in I canzonieri della lirica italiana delle Origini, a cura di L. Leonardi, vol. IV. Saggi critici, Firenze, Sismel-Edizioni del Galluzzo, 2001, pp. 215-45

Indice della scheda