Ricerca nella pagina:
 
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online
TLIon - Tradizione della letteratura italiana online

Pubblicazione periodica online

Direttore: Claudio Ciociola
ISSN 2280-9058
Periodicità: aggiornamento continuo
(le schede sono datate)

Anonimo

Bestiaire d'Amours (Volgarizzamento pisano)

di Cristiano Lorenzi

Notizie generali

Volgarizzamento di:
Richart de Fornival, Bestiaire d'Amours (francese antico)

Datazione: sec. XIII fine
Lingua/Dialetto: pisano
Tipologia testuale: prosa
Genere: bestiari, erbari, lapidari


Tradizione dell'opera  
Tradizione diretta: manoscritti (1)
1. Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Magliabechiano, IV 63 = Fi BNC Magl IV 63

Datazione: sec. XIV inizio
Localizzazione: Fi BNC Magl IV 63


Ms. non esaminato direttamente


Indice della scheda


Storia della tradizione

Oltre al Diretano bando, esiste una seconda versione prosastica in volgare italiano del Bestiaire d'Amours di Richart de Fornival: si tratta del volgarizzamento pisano contenuto nel manoscritto Fi BNC Magl IV 63 (dell'inizio del sec. XIV), edito da Crespo 1972. La traduzione - incompleta (il cod. è acefalo e mutilo: traduce la sezione compresa tra le pp. 7 e 68 dell'ed. Segre 1957 del Bestiaire) - risale senz'altro alla fine del Duecento, e per la sua antichità è dunque particolarmente interessante. Il testo, tuttavia, è opera di un «anonimo quanto sprovveduto traduttore» (Crespo 1972, p. 5), che spesso fraintende il latino, incappando in grossolani errori.

La lingua del volgarizzamento è, come detto, inequivocabilmente pisana (cfr. Crespo 1972, pp. 24-65). Il testo francese utilizzato dal traduttore faceva capo - come del resto tutte le traduzioni italiane che dipendono in qualche misura dal Bestiaire di Richart (cfr. Radicula 1962, in partic. pp. 594-595, Segre 1957, pp. CXXXI n. 1 e la scheda del Diretano bando) - alla versione rappresentata da tre codici riconducibili a un subarchetipo rimaneggiato in Italia settentrionale: New York PML 459 (M), Fi BML Ash 123 (Q) e Fi BML LXXVI 79 (P). In particolare, il volgarizzamento pisano risulta più vicino a M e Q, come ha dimostrato Crespo 1972, pp. 10-11.

Indice della scheda


Bibliografia
Edizione/i di riferimento
Crespo 1972 = Una versione pisana inedita del «Bestiaire d'Amours», a cura di R. Crespo, Leiden, Universitaire Pers Leiden, 1972.

Edizione/i di riferimento delle opere collegate
Segre 1957 = Li Bestiaires d'Amours di Maistre Richart de Fornival e li Response du Bestiaire, a cura di C. Segre, Milano-Napoli, Ricciardi, 1957.

Altra bibliografia
Radicula 1962 = C. Radicula, Il «Bestiaire d'Amours» capostipite dei bestiari latini e romanzi, in «Studi Medievali», III s., III (1962), pp. 577-606.

Indice della scheda