Ricerca nella pagina:
 
CSC - Corpus dei Serventesi Caudati

CSC - Corpus dei serventesi caudati. Notiziario

Pubblicazione periodica online
Direttore: Claudio Ciociola
ISSN 2280-8639
Periodicità: aggiornamento continuo
(le schede sono datate)
Home » Progetto CSC

Progetto CSC

immagine
Forma arcaica effimera e rara, il serventese caudato condivide del sirventes occitanico poco più che il nome. Attestato fra Due e Trecento, è presto soppiantato dalla terza rima, catalogata sotto il capitolo dei serventesi dai metricisti antichi (Dante in persona, nella Vita nova, dichiara di aver composto un serventese in lode delle più belle donne di Firenze); talune sue movenze sopravvivono nel cantare in ottave. Forma ‘giullaresca’ prevalentemente anonima (la coltivarono però Iacopone, Cavalca, Pucci, Bianco da Siena), si presta a temi storici, didattici, religiosi, novellistici, più raramente amorosi.

Il progetto CSC («Corpus dei serventesi caudati»), in corso dal 2008 presso la Scuola Normale Superiore, si propone la raccolta e l'analisi dei dati codicografici e bibliografici relativi ai serventesi caudati italiani, in vista dell'edizione annotata integrale del corpus dei testi ricostruito. Il progetto prevede tra l'altro l'allestimento del presente Notiziario online, dal quale è possibile accedere a una banca dati a schede (CSC DB), nella quale saranno progressivamente riepilogate, per autore e per testo, le notizie essenziali relative alla tradizione dei serventesi. Ciascuna scheda sarà corredata dagli elenchi dei testimoni manoscritti e a stampa e dalla bibliografia filologica (edizioni e studi). CSC DB è interrogabile gratuitamente attraverso Internet ed è parte della rete TLIon Net.